Via Degli Agresti 4 - 40123 Bologna (BO) Visualizza Mappa

Dott.ssa Cristina Bona
366/2553888

Blog

LA FORMA DEL VISO

· Blog · Non ci sono commenti

 

Se un viso non ci sembra bello, può essere perché i volumi non sono ben distribuiti.
Ci sono canoni della bellezza classica e della giovinezza che prevedono una distribuzione degli spazi pieni e vuoti ben precisa, per esempio il volume pieno sotto l’occhio, la mandibola ben rappresentata, lo zigomo alto…

Quando queste proporzioni non sono corrette, oppure manca la simmetria fra i lati del viso, abbiamo la percezione che qualcosa stoni, la sensazione di disarmonia. Per esempio occhi tondi, guance scavate, zigomo poco pronunciato… non sempre è facile capire cosa non va, per lo più le pazienti mi riferiscono molto in generale di avere il viso lungo, la pelle che cade, gli occhi brutti…

L’abitudine data dalla professione, o forse anche l’occhio femminile, mi consentono di individuare quale particolare cambiare per abbellire. Ma solo dopo aver ascoltato con attenzione quello che la paziente riferisce e dopo aver osservato a lungo.
Spesso, si tratta di piccole modifiche che si gestiscono con i riempitivi. È importante saper gestire i prodotti a disposizione e conoscere bene l’anatomia del viso.
A volte, è necessario intervenire con i laser o chirurgicamente per ripristinare i “volumi della giovinezza”.

LA MAGIA DELL’OCCHIO

· Blog · Non ci sono commenti

Non solo le donne, ma anche gli uomini chiedono sempre di più di intervenire sulle palpebre per togliere l’aspetto “stanco” dell’occhio.
Si fa asportando la pelle in eccesso dalla palpebra superiore e da quella inferiore e asportando le borse grassose che le appesantiscono.
La pelle della regione palpebrale ha una capacità guaritiva straordinaria e le cicatrici diventano praticamente invisibili.
Ecco perché anche gli uomini si sottopongono volentieri a questa procedura.
Mai esagerare con le asportazioni: lo svuotamento eccessivo delle borse può dare all’occhio un aspetto incavato e, togliendo troppa pelle, si può incorrere a spiacevoli inconvenienti.
La “magia” dell’occhio ringiovanito sta nel ripristinare la sua freschezza….. La chirurgia moderna è conservativa.
Per perfezionare il risultato, si può lavorare sulla qualità della pelle con il laser.

QUELLE RUGHETTE SOPRA LE LABBRA…

· Blog · Non ci sono commenti

Si chiamano “codice a barre”, sì proprio come quello dei prodotti che si acquistano al supermercato. Il nome è tratto dalla somiglianza dell’inestetismo a quelle barre che identificano il prezzo del prodotto.
Le rughette che lo determinano si trovano sopra il labbro. Spesso mi viene chiesto di riempirle con le “punturine”.

Non mi piace iniettare acido ialuronico in quella sede perché:
si deve usare un prodotto molto leggero per trattare ogni singola ruga e si deve lavorare in superficie, con la conseguente formazione di piccoli ma persistenti ematomi, con un risultato che ha una durata di un paio di mesi. Oppure, ancor peggio, acidi ialuronici pesanti iniettati sotto tutta la superficie omogeneamente, con quell’antiestetico effetto “becco” che capita spesso di vedere.

Non parliamo poi del botulino che riduce la motilità del labbro superiore….. Mi sono sentita dire da un collega: “Basta avvertire prima la paziente che non potrà fischiare o bere con la cannuccia!”…

La mia scelta va ai laser, come il ‘co2 frazionato’ che dà risultati sorprendenti, ma richiede un certo impegno nel post trattamento, oppure il ‘fraxel’ che raggiunge l’obiettivo in tempi più lunghi, con recuperi pressoché immediati.
Gli effetti che si ottengono in ogni caso sono naturali, non si inietta niente e si asseconda e stimola la capacità rigenerativa della pelle.